Dremong Max Manfredi

Il nuovo album di Max Manfredi si intitola “Dremong”, brani nuovi e altri antichi che vedranno la luce con una veste volutamente “vintage”.
“Dremong” l’orso tibetano totem dell’album è un inquieto ed inquietante essere dal carattere – tradizionalmente – malvagio e che tende spesso ad alzarsi sulle zampe in posizione eretta, simile agli Umani, tanto da aver dato origine, secondo alcuni, alla leggenda dello Yeti, l’Abominevole Uomo delle Nevi. Un orso imprendibile che abita le altitudini e le solitudini himalayane, e ogni tanto si mostra al consesso umano… p
Un album, questo “Dremong”, dove l’inquietudine è musa ispiratrice per quattordici canzoni senza tempo. I suoni delle tastiere vintage si sposano con quelli della chitarra classica, della chitarra elettrica, di strumenti tradizionali come il glockenspiel, la concertina, gli orientali gu-qin e go-zen, i flauti, il violino,  la batteria, le percussioni e il basso fretless.
“Dremong” è un disco trasversale:  progressive solo nei timbri, nostalgico della world music europea, affamato di accenni rock. In sostanza, è un album fatto da musicisti, con canzoni originali e inconfondibili, realizzate con passione artigianale senza imposizione di confini. Se infine di stile bisogna parlare, ecco lo stile “Dremong”!

 

  • 2014-08-21_Servizio_Max_Dremong_WEB-001
  • 2014-08-21_Servizio_Max_Dremong_WEB-005
  • 2014-08-21_Servizio_Max_Dremong_WEB-009
  • 2014-08-21_Servizio_Max_Dremong_WEB-003
  • 2014-08-21_Servizio_Max_Dremong_WEB-011

 

Prossimi Concerti “Dremong”

dic
13
sab
DREMONG TOUR @ Teatro Mancinelli – Orvieto (TR)
dic 13 @ 21:00 – 22:15
DREMONG TOUR @ Teatro Mancinelli - Orvieto (TR) @ Teatro Mancinelli | Orvieto | Umbria | Italia

Coesioni in musica

Sabato 13 Dicembre alle ore 21:00 avrà luogo un appuntamento imperdibile per quello che è da considerare, oggi, il massimo esponente della canzone d’autore contemporanea, quel MAX MANFREDI che già a inizio carriera uno stupefatto Fabrizio De Andrè (che volle con entusiasmo cantare con lui la sua “La fiera della Maddalena”) definì, semplicemente, “il più bravo”.
Max Manfredi, nato e cresciuto anche lui all’ombra della Lanterna, è un nome di assoluto culto, un culto sempre più ampio, per fortuna, tanto che nel 2009 per il suo lavoro “Luna persa” è stato premiato dal Club Tenco (massima autorità nel campo della canzone d’autore) con la  prestigiosa Targa Tenco per il miglior album dell’anno, staccando nettamente artisti come Ivano Fossati e Vinicio Capossela.
Il geniale artista genovese già in due occasioni in passato si è esibito a Orvieto (nel 2002, sempre al Teatro del Carmine, per “Venti Ascensionali” e nel 2009 per “Aspettando Santa Perduta”) lasciando negli ammirati ascoltatori un ricordo indelebile che verrà sicuramente riconfermato da questo concerto nel quale Max Manfredi propone, accanto ad alcuni suoi classici, il nuovissimo lavoro “Dremong”, uscito a sei anni dal precedente e già osannato dalla critica specializzata. Questo concerto è organizzato in collaborazione con “Il Gelato di Pasqualetti”.

Parteciperà Riccardo Manzi alle chitarre

Share Button

Google+

Share Button